ATTIVITA’

Riaprono le iscrizioni alla IX edizione della Scuola di Formazione in Progettazione Europea per un futuro nel Non Profit

Lezioni, frontali e on-line, ed esercitazioni interamente dedicate alla Progettazione Europea. Iscrizioni entro venerdì 3 settembre 2020.

La scuola prevede 72 ore di lezioni, in parte frontali in parte a distanza, ed esercitazioni, inizierà a settembre e terminerà a dicembre, sarà divisa in 4 moduli, da 18 ore ciascuno.

NOVITA’! Il 4° modulo sarà dedicato all’approfondimento di uno di questi due temi a scelta: Progettazione sociale per il Terzo Settore o fondo FAMI. Si potrà comunque scegliere di partecipare ad entrambi!

Per informazioni scrivere a formazione.marchesolidali@gmail.com

Consulta il BANDO e il PROGRAMMA completi.

Per iscrizioni compilare il modulo al seguente link MODULO D’ISCRIZIONE.

 

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MARCHE ACCRESCE L’IMPEGNO DURANTE L’EPIDEMIA DI CORONAVIRUS

 
A seguito della somministrazione di un sondaggio alle oltre 30 organizzazioni Socie Marche Solidali, diffondiamo il Comunicato Stampa inerente le azioni locali ed in particolare nei paesi esteri d’intervento portate avanti dai membri del coordinamento per fronteggiare le esigenze sanitarie e socio-economiche derivanti dall’emergenza epidemiologica COVID-19.
Oggi più che mai è importante avere uno sguardo globale, prendere per mano nuove consapevolezze perché nessuno rimanga indietro.
 

La #solidarietà ai #tempi dell’#emergenza #covid19 #cosilontanicosivicini #shortenthedistance

Alla scoperta della cooperazione e della solidarietà internazionale, l'iniziativa prosegue per tutto il mese di ottobre

Visto il grande successo dell’iniziativa coordinata da L’Africa Chiama, le dirette sulla nostra pagina Facebook proseguono con altri 4 appuntamenti nel mese di ottobre!

Ogni martedì potrete conoscere e approfondire la storia e le attività di altre quattro organizzazioni socie.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito dell’Accordo operativo siglato con la Regione Marche, con l’obiettivo di avvicinare la cittadinanza al tema della cooperazione e della solidarietà internazionale.
Scarica qui il calendario dei nuovi incontri
Si inizia martedì 6 ottobre con i padroni di casa: L’Africa Chiama Onlus.
Vi aspettiamo numerosi!!!!!

Progetto "In Marcia con il clima"

Marche Solidali e la Regione Marche sono partner di un progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale cofinanziato dall’ Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, con capofila Oxfam Italia: “In marcia con il clima – Giovani e autorità locali contro il cambiamento climatico”, rivolto prioritariamente a Docenti, Studenti ed Enti Locali.

Il progetto coinvolgerà 15.000 giovani in attività educative dentro e fuori le scuole, sul territorio e nelle comunità, attraverso momenti di formazione per studenti e insegnanti, laboratori educativi ed azioni locali promosse dai giovani per i giovani, marce territoriali per il clima in Toscana, Lazio, Marche e nelle città di Milano, Bologna e Catania.

Le attività previste sono gratuite per i docenti e per le scuole! Per info contattare Marche Solidali alla seguente mail  info@marchesolidali.com e telefono 3333128062

 

NEWS DAI SOCI

COSPE con Angela Mendes e i popoli della foresta. Sostieni “Empate 2020” con i regali di Natale.

Si chiamava Empate il movimento creato negli anni Settanta del secolo scorso da Chico Mendes contro la deforestazione dell’Amazzonia. “Empate 2020” è oggi il nome della campagna lanciata dall’Alleanza dei Popoli della Foresta e dalla figlia di Chico, Angela, che ne è la portavoce, e promossa da COSPE in Italia.

La campagna di oggi nasce per sostenere le comunità amazzoniche brasiliane nella loro lotta contro il Covid 19: le comunità che nella grande foresta trovarono rifugio dalla schiavitù, quelle meticce dei seringueiros e dei riberenhos che si sono insediate nel corso dei secoli lungo i suoi fiumi, diventando parte integrante dell’eco-sistema …read more

leggi tutto

Presentato in anteprima il rapporto “Illuminare le periferie”. Da oggi è scaricabile qui.

E’ stata presentata questa mattina in una conferenza on line in diretta dalla sede della Comunità di Sant’Egidio a Tor Bella Monaca (Roma), la terza edizione del Rapporto “Illuminare le periferie” dal titolo “I non luoghi dell’informazione. Periferie geografiche e umane nei media”.

Rai per il sociale è infatti tra gli organizzatori dell’evento odierno e della presentazione in anteprima dei dati del rapporto di ricerca, curato dall’Osservatorio di Pavia, promosso da COSPE, Usigrai, FNSI con il contributo dell’Agenzia Italia per la Cooperazione allo Sviluppo e dell’Impresa Sociale Con i Bambini, fotografa ancora una volta le sfide per il mondo dell’informazione in …read more

leggi tutto

ConcertAzioni. Scuola e società in quartieri sensibili

Contesto

Le periferie “popolari” della città di Firenze – i quartieri 4 e 5 – sono connotati da convivenze difficili, forte disagi sociali ed economici, nonché un più alto tasso di abbandono scolastico da parte dei minori che ci abitano. In questo complesso contesto sociale, la scuola ricopre un ruolo fondamentale ma anche difficile: la popolazione scolastica in queste zone è composta in larga parte da stranieri provenienti spesso da contesti familiari estremamente difficili ma anche da ragazzi di origine italiana in grave svantaggio culturale ed economico. In un contesto di povertà educativa generalizzata è dunque necessario incrementare le azioni per …read more

leggi tutto

“I non luoghi dell’informazione”. Presentazione del terzo rapporto “Illuminare le periferie”

La presentazione sarà trasmessa in diretta dal centro della Comunità di Sant’Egidio di Tor Bella Monaca, Roma” sulle pagine facebook di Rai per il Sociale e COSPE. Sarà poi disponibile su Rai Play e sul canale You tube della RAI.

Sarà simbolicamente il Centro della Comunità di Sant’Egidio a Tor Bella Monaca (Roma) ad ospitare la presentazione del Rapporto “Illuminare le periferie”, dal titolo “I non luoghi dell’informazione. Periferie geografiche e umane nei media”, il prossimo 19 novembre dalle 11.00 alle 13.00 ( in diretta su facebook RAI PER IL SOCIALE e COSPE ) .

Il rapporto di …read more

leggi tutto

Il femminicidio non ha giustificazioni. Un manifesto per i giornalisti.

I media e la narrazione dei femminicidi: raptus, gelosia, depressione…Espressioni che tendono a giustificare e a spostare la vera questione del grosso problema culturale che abbiamo in Italia riguardo alla violenza sulle donne. E’ ancora una lunga strada sul cambiamento culturale quella dobbiamo affrontare sui mezzi di informazione sulla cronaca relativa a questo crimine. Ne scrivono in una lettera aperta quattro giornaliste Mimma Caligaris (presidente CPO Fnsi), Paola Dalle Molle (coordinatrice Cpo Cnog), Silvia Garambois (presidente GiULiA giornaliste) e Monica Pietrangeli (coordinatrice CPO Usigrai) e rilanciano il manifesto di Venezia “nel tentativo di offrire uno strumento di lavoro …read more

leggi tutto

MIGRANTS

Contesto

La rotta del Mediterraneo centrale è tradizionalmente una delle principali rotte marittime verso l’Europa. L’area da cui ha origine il flusso migratorio è caratterizzata da molti fattori di instabilità fra cui la presenza di conflitti armati, di strutture statali deboli, di violazioni estreme dei diritti umani e di povertà. La chiusura di quasi tutti i canali di ingresso legali rischia di aumentare l’immigrazione irregolare e la tratta di esseri umani ma, nonostante l’urgenza del problema, siamo ancora molto lontani dallo sviluppo di un approccio olistico alle questioni migratorie. Al contrario, esse costituiscono ancora un luogo di grande divisione e conflittuale …read more

leggi tutto

La Meloni al Tg2 e la non-intervista. Basta a politici e media che seminano odio. Lettera aperta di Galieni.

Lettera aperta di Stefano Galieni ai colleghi e alle colleghe, ma anche alla società civile tutta. Galieni è un giornalista, un attivista e un esperto di immigrazione, di cui si occupa da tempo sia con l’attività giornalistica che quella politica: oggi è infatti responsabile nazionale del Dipartimento Immigrazione di Rifondazione Comunista. Come COSPE ci sentiamo di sottoscrivere ogni parola di questo testo, che richiama ai valori fondanti e alla deontologia del mestiere di giornalista e che ricorda quanto dare sponda ai discorsi d’odio, basati su manipolazioni e cattiva fede, generi solo altro odio. Un richiamo alla responsabilità sia dei media …read more

leggi tutto

Grazie Don Gabriele !

Una tristissima notizia

Lunedì 5 Ottobre 2020 è venuto improvvisamente a mancare una delle colonne della nostra associazione, Don Gabriele Moroncini, all’età di 77 anni non ancora compiuti. È stata una tristissima notizia per noi di Aloe e per tutte le persone che lo hanno conosciuto durante la sua intera vita sacerdotale, la maggior parte della quale trascorsa nel territorio della Valdaso tra Rubbianello e Carassai, due delle 15 parrocchie della Vicaria della Valdaso della quale è stato per diversi anni anche il Responsabile o Vicario Foraneo.

Persona dal volto sempre sorridente

Don Gabriele non è stato tra i fondatori …read more

leggi tutto

Torna in aula la legge sull’omo-lesbo-bi-transfobia. Una risposta all’odio.

Dopo essere stata sospesa, la discussione sul disegno di legge contro l’omo-lesbo-bi-transfobia e la misoginia ritorna finalmente in Aula. La Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d’odio, di cui COSPE fa parte, in un comunicato auspica un’approvazione rapida e, dunque, una risposta ferma ai crimini d’odio e alle prassi discriminatorie. Di seguito il comunicato della Rete.

Il disegno di legge – di cui è relatore il deputato Alessandro Zan, e che unifica cinque disegni di legge di maggioranza e parte dell’opposizione – riguarda l’estensione della punibilità già prevista dagli artt. 604 bis e 604 ter c.p., …read more

leggi tutto

Perché Lucho & David hanno vinto le elezioni boliviane. Parla l’intellettuale Pablo Solòn.

Il racconto delle elezioni e dello scenario politico in Bolivia è complesso e controverso. Antonio Lopez y Royo, nostro rappresentante paese e profondo conoscitore del paese, dove vive e lavora da oltre 10 anni, ha provato a fare un bilancio e una comparazione tra le varie analisi di intellettuali, politologi esperti o presunti tali, che in questi giorni hanno commentato la situazione. L’analisi più lucida, più coerente e condivisibile è risultata quella di Pablo Solòn, intellettuale e attivista boliviano di grande spessore. Qui di seguito le riflessioni del nostro cooperante e una sintesi dell’ articolo di Solòn. In allegato …read more

leggi tutto