COSPE con Angela Mendes e i popoli della foresta. Sostieni “Empate 2020” con i regali di Natale.

By redazione

Si chiamava Empate il movimento creato negli anni Settanta del secolo scorso da Chico Mendes contro la deforestazione dell’Amazzonia. “Empate 2020” è oggi il nome della campagna lanciata dall’Alleanza dei Popoli della Foresta e dalla figlia di Chico, Angela, che ne è la portavoce, e promossa da COSPE in Italia.

La campagna di oggi nasce per sostenere le comunità amazzoniche brasiliane nella loro lotta contro il Covid 19: le comunità che nella grande foresta trovarono rifugio dalla schiavitù, quelle meticce dei seringueiros e dei riberenhos che si sono insediate nel corso dei secoli lungo i suoi fiumi, diventando parte integrante dell’eco-sistema …read more

Da: : Cospe

Category: News

Presentato in anteprima il rapporto “Illuminare le periferie”. Da oggi è scaricabile qui.

By redazione

E’ stata presentata questa mattina in una conferenza on line in diretta dalla sede della Comunità di Sant’Egidio a Tor Bella Monaca (Roma), la terza edizione del Rapporto “Illuminare le periferie” dal titolo “I non luoghi dell’informazione. Periferie geografiche e umane nei media”.

Rai per il sociale è infatti tra gli organizzatori dell’evento odierno e della presentazione in anteprima dei dati del rapporto di ricerca, curato dall’Osservatorio di Pavia, promosso da COSPE, Usigrai, FNSI con il contributo dell’Agenzia Italia per la Cooperazione allo Sviluppo e dell’Impresa Sociale Con i Bambini, fotografa ancora una volta le sfide per il mondo dell’informazione in …read more

Da: : Cospe

Category: News

ConcertAzioni. Scuola e società in quartieri sensibili

By redazione

Contesto

Le periferie “popolari” della città di Firenze – i quartieri 4 e 5 – sono connotati da convivenze difficili, forte disagi sociali ed economici, nonché un più alto tasso di abbandono scolastico da parte dei minori che ci abitano. In questo complesso contesto sociale, la scuola ricopre un ruolo fondamentale ma anche difficile: la popolazione scolastica in queste zone è composta in larga parte da stranieri provenienti spesso da contesti familiari estremamente difficili ma anche da ragazzi di origine italiana in grave svantaggio culturale ed economico. In un contesto di povertà educativa generalizzata è dunque necessario incrementare le azioni per …read more

Da: : Cospe

Category: Italia, Migrazioni, Progetti

“I non luoghi dell’informazione”. Presentazione del terzo rapporto “Illuminare le periferie”

By redazione

La presentazione sarà trasmessa in diretta dal centro della Comunità di Sant’Egidio di Tor Bella Monaca, Roma” sulle pagine facebook di Rai per il Sociale e COSPE. Sarà poi disponibile su Rai Play e sul canale You tube della RAI.

Sarà simbolicamente il Centro della Comunità di Sant’Egidio a Tor Bella Monaca (Roma) ad ospitare la presentazione del Rapporto “Illuminare le periferie”, dal titolo “I non luoghi dell’informazione. Periferie geografiche e umane nei media”, il prossimo 19 novembre dalle 11.00 alle 13.00 ( in diretta su facebook RAI PER IL SOCIALE e COSPE ) .

Il rapporto di …read more

Da: : Cospe

Category: Comunicati Stampa, Eventi, News

Il femminicidio non ha giustificazioni. Un manifesto per i giornalisti.

By redazione

I media e la narrazione dei femminicidi: raptus, gelosia, depressione…Espressioni che tendono a giustificare e a spostare la vera questione del grosso problema culturale che abbiamo in Italia riguardo alla violenza sulle donne. E’ ancora una lunga strada sul cambiamento culturale quella dobbiamo affrontare sui mezzi di informazione sulla cronaca relativa a questo crimine. Ne scrivono in una lettera aperta quattro giornaliste Mimma Caligaris (presidente CPO Fnsi), Paola Dalle Molle (coordinatrice Cpo Cnog), Silvia Garambois (presidente GiULiA giornaliste) e Monica Pietrangeli (coordinatrice CPO Usigrai) e rilanciano il manifesto di Venezia “nel tentativo di offrire uno strumento di lavoro …read more

Da: : Cospe

Category: News

MIGRANTS

By redazione

Contesto

La rotta del Mediterraneo centrale è tradizionalmente una delle principali rotte marittime verso l’Europa. L’area da cui ha origine il flusso migratorio è caratterizzata da molti fattori di instabilità fra cui la presenza di conflitti armati, di strutture statali deboli, di violazioni estreme dei diritti umani e di povertà. La chiusura di quasi tutti i canali di ingresso legali rischia di aumentare l’immigrazione irregolare e la tratta di esseri umani ma, nonostante l’urgenza del problema, siamo ancora molto lontani dallo sviluppo di un approccio olistico alle questioni migratorie. Al contrario, esse costituiscono ancora un luogo di grande divisione e conflittuale …read more

Da: : Cospe

Category: Gran Bretagna, Italia, Migrazioni, Progetti, Spagna, Tunisia