Seleziona una pagina

By redazione

Continua la campagna per la liberazione di Wafae Charaf, la giovane attivista marocchina per i diritti umani associata a Chabaka (partner COSPE in Marocco) condannata ad un anno di carcere per “falsa denuncia di tortura” da un Tribunale di Tangeri.

Secondo i giudici che l’hanno condannata, la Charaf avrebbe “diffamato” alcuni agenti di polizia quando li avrebbe denunciati per averla sequestrata e malmenata in seguito alla sua partecipazione ad una manifestazione operaia lo scorso 27 aprile, a Tangeri.

L’attivista, membro dell’Associazione Marocchina dei Diritti Umani (AMDU), è stata condannata anche al pagamento di una multa di 50mila dirhams, equivalenti a …read more

Da: : Cospe

Category: News ed Eventi